Il campo di volontariato

internazionale della Valle Bova

Territorio comunale di Erba(CO), ComunitÓ Montana del Triangolo Lariano


Situata all'interno della ComunitÓ Montana del Triangolo Lariano, tra i comuni di Erba, Albavilla e Ponte Lambro, la Valle Bova Ŕ un'area di particolare interesse non solo dal dal punto di vista paesaggistico, ma anche naturalistico, idrografico e geologico, per le stratigrafie rocciose e i fenomeni carsici (grotte).
La sua salvaguardia è altresì importante per la conservazione di specie avifaunistiche endemiche, tra cui il falco pellegrino e il nibbio. E' una valle compresa tra il monte Bollettone e l'Alpe Turati, localitÓ con ricchi ritrovamenti fossili. Su uno dei ripidi pendii si apre il "Buco del Piombo" notevole grotta carsica dove sono stati ritrovati materiali preistorici e ossa dell'orso delle caverne.

Il Circolo Legambiente di Merone (oggi Circolo Ambiente ''Ilaria Alpi'') organizza i campi di volontariato allo scopo di tutelare il territorio.
In questi campi si effettuano interventi di miglioramento ambientale, di studio delle risorse ambientali (naturali e storico-culturali), di sorveglianza del patrimonio forestale, di ricerca naturalistica e di sentieristica, di sensibilizzazione delle popolazioni locali.
Nel 2003 il Circolo Legambiente di Merone (oggi Circolo Ambiente ''Ilaria Alpi''), in collaborazione col Comune di Erba e la ComunitÓ Montana Triangolo Lariano, ha individuato la Valle Bova come area di intervento per la realizzazione di un Campo di Volontariato Internazionale. L'individuazione di tale area ha come finalitÓ principale la creazione di un'area protetta (Riserva Naturale) nell'alto corso del torrente Bova e prelude ad una proposta di collaborazione pluriennale per lo studio, il monitoraggio, la salvaguardia e la valorizzazione di questo ambiente.
L'obiettivo del campo consiste in interventi di ripristino dei sentieri di accesso al torrente Bova e nella realizzazione di apposita segnaletica, onde favorire una migliore fruizione della futura Riserva Naturale.

Le foto del Campo della Valle Bova