COMUNICATO STAMPA

Legambiente Merone ha partecipato al 1° Forum Alternativo Mondiale dell’Acqua

Da Firenze: NO alla guerra … dell’Acqua

Per non privatizzare l’Acqua, occorre battersi contro il WTO e contro la legge Galli.

 

MERONE (CO) -  Dalla guerra del petrolio alla guerra dell’acqua. È questo l’allarme lanciato dal 1° Forum Alternativo Mondiale dell’Acqua tenutosi a Firenze il 21 e 22 marzo, a cui ha preso parte anche una delegazione del Circolo Legambiente di Merone.

Il Forum è stato ovviamente condizionato dall’inizio della guerra in Iraq, ma da Firenze si è voluto lanciare con forza un grido di pace, da parte di tutti i movimenti, le associazioni, le istituzioni e i cittadini che lottano per difendere l’acqua e che combattono ogni forma di guerra in tutto il mondo.

Nel corso dei 2 giorni del Forum, si sono tenuti numerosi seminari e tavole rotonde su svariati temi: dal diritto di accesso all’acqua per tutti i popoli, alla lotta contro la privatizzazione dei servizi idrici, dalla gestione del territorio e dei fiumi, agli interventi concreti per il risparmio idrico. In conclusione il Forum ha lanciato precise proposte per la difesa dell’acqua come bene comune dell’Umanità.

 

La delegazione del Circolo Legambiente di Merone ha partecipato attivamente in particolare agli incontri dedicati alle politiche di gestione dei servizi idrici e alla difesa dell’acqua dalla mercificazione e dalla privatizzazione.

Commentano Roberto Fumagalli ed Enrico Spinelli, gli attivisti che hanno preso parte al Forum: “L’incontro di Firenze ci ha confermato che è necessario “pensare globalmente e agire localmente”. Infatti la campagna per la difesa dell’acqua ha una valenza mondiale, ma deve essere gestita a livello locale.

Nell’anno internazionale dell’Acqua (proclamato dall’ONU per il 2003) la Legambiente di Merone ha voluto dedicare una buona parte dell’attività al tema dell’Acqua. Dai convegni sulla privatizzazione dei servizi idrici, al seminario sulla riqualificazione dei fiumi; dalle vertenze contro gli inquinamenti dei corsi d’acqua, alla campagna contro le acque minerali.

A livello globale la Legambiente di Merone sostiene inoltre la campagna contro i GATS,  gli Accordi Generali sul Commercio dei Servizi, tramite i quali il WTO (l’Organizzazione Mondiale del Commercio) vorrebbe privatizzare i servizi pubblici, tra cui appunto la distribuzione dell’Acqua, sotto la pressione delle potenti multinazionali.

A livello locale occorre battersi contro gli ATO, cioè gli Ambiti Territoriali Ottimali per la gestione dei servizi idrici, convincendo i consiglieri comunali e provinciali a votare contro la legge Galli.

 

Maggiori informazioni sul Forum Alternativo dell’Acqua tenutosi a Firenze, si possono trovare sul nostro sito www.legambientemerone.org   o  sul sito ufficiale www.contrattoacqua.it

 

 

Merone,  24 marzo 2003

 

LEGAMBIENTE - Circolo di Merone (CO)