Il Circolo Ambiente “Ilaria Alpi” respinge la proposta di costruire un negozio alla Vallategna

Asso: no al supermercato della cascata

“Presenteremo un esposto alla Sovrintendenza per tutelare l’area della cascata”

 

ASSO (CO) Un esposto alla Sovrintendenza ai Beni Ambientali contro il progetto di costruire un supermercato nell’area della cascata della Vallategna. A presentare l’esposto sarà il Circolo Ambiente “Ilaria Alpi”, fortemente contrario alla realizzazione della nuova struttura commerciale al confine tra Asso e Canzo.

 

Dichiarano i responsabili del Circolo Ambiente: L’area della cascata della Vallategna deve essere salvaguardata dal punto di vista paesistico e ambientale. È assurdo costruire in quella zona un supermercato, che oltretutto andrebbe a aumentare i problemi di traffico, su una strada già fin troppo trafficata. È inammissibile la proposta di cementificare anche questa area, dopo che negli ultimi decenni tutta la Vallassina ha già subito una pesante cementificazione. Presenteremo un esposto alla Sovrintendenza ai Beni Ambientali, affinché il progetto del supermercato venga cancellato”.

 

Gli ambientalisti lanciano l’allarme speculazione in tutta l’area tra Canzo e Asso: “Prima c’è stata la proposta di realizzare un supermercato al posto dello stabilimento dell’ex Fonte Gajum di Canzo, adesso l’attenzione si è spostata alla Vallategna. Crediamo che dietro queste operazioni ci sia la regia di qualcuno che intende fare speculazione su quei terreni. Al confine tra Canzo e Asso c’è già un supermercato (l’Effe3), che serve gli abitanti dei due paesi, pertanto non comprendiamo l’esigenza di nuove aree commerciali che tra l’altro danneggerebbero anche i negozi locali”.

 

Il Circolo Ambiente “Ilaria Alpi” lancia una proposta agli amministratori pubblici del Triangolo Lariano: “Nei prossimi mesi tutti i comuni devono predisporre i PGT (Piani di Governo del Territorio). Chiediamo che nei nuovi strumenti urbanistici vengano previste specifiche tutele paesistiche e ambientali per tutta l’area del Triangolo Lariano, per evitare future speculazioni e incentivare il turismo. La natura ci ha regalato un ambiente magnifico, l’uomo non deve distruggerlo come purtroppo ha fatto negli ultimi decenni!”.

 

CIRCOLO AMBIENTE “Ilaria Alpi”

Merone, 21 ottobre 2007