Sabato 27 novembre, momento informativo organizzato dal Circolo Ambiente “Ilaria Alpi” e dalla Rete Donne Brianza

Assemblea contro i rifiuti in Cementeria di Merone

 “Quali sono i rischi per la salute? Ci sono soluzioni alternative?”

 

MERONE (CO)“Incenerimento dei rifiuti nel Cementificio di Merone - Rischi per la salute e alternative possibili”. È questo il titolo dell’assemblea pubblica organizzata per sabato 27 novembre a Merone dal Circolo Ambiente “Ilaria Alpi” e dalla Rete Donne Brianza.

 

Lo scopo dell’assemblea, che si terrà alle ore 21 presso l’aula magna delle Scuole Medie di via Aldo Moro, è quello di informare in merito alle ultime notizie riguardanti la Holcim – Cementeria di Merone, che rischia di trasformarsi in un inceneritore di rifiuti.

Infatti proprio in queste ore il Consiglio Provinciale di Como è chiamato ad approvare il Piano Provinciale dei Rifiuti che prevede la possibilità di stipulare accordi con la Cementeria di Merone per bruciare la spazzatura ridotta in CDR (Combustibile Derivato dai Rifiuti). Un’ipotesi a cui si oppongono le associazioni e i partiti che oggi, giovedì 25 novembre, hanno organizzato un presidio davanti alla sede della Provincia di Como, in occasione della seduta del Consiglio Provinciale.

Hanno aderito al presidio odierno:

-         Circolo Ambiente “Ilaria Alpi”

-         Rete Donne Brianza

-         Greenpeace di Como

-         ARCI di Como

-         Verdi di Como

-         Rifondazione Comunista di Como

 

L’assemblea pubblica di sabato servirà quindi a fare il punto della situazione, ma anche a rispondere a domande pressanti circa la pericolosità dell’incenerimento dei rifiuti nel cementificio. In particolare le domande a cui si cercherà di dare risposta saranno:

Cosa brucia la Cementeria di Merone nei propri forni?

Cosa prevede il Piano Provinciale dei Rifiuti?

Quali sono i rischi per la salute?

Ci sono soluzioni alternative?

 

 

CIRCOLO AMBIENTE Ilaria Alpi

 

Merone,  25 novembre 2004

 

 

Scarica il volantino di presentazione dell’assemblea pubblica sulla Cementeria di Merone