WWF Italia - Sezione Lario Orientale

Circolo Ambiente "Ilaria Alpi"

Comitato Bevere

Associazione Naturalistica Lombarda

Comitato per la salvaguardia dell’area del Maìs

 

COMUNICATO STAMPA

 

Area del Maìs: cosa ne pensa il Comune di Molteno?

 

MOLTENO (LC) - Il giorno 13 giugno u.s. si è tenuta una riunione presso la Sala Consiliare della Provincia di Lecco presieduta dal Presidente Virginio Brivio e dall’Assessore al Territorio Emanuele Panzeri. Invitati all’incontro, oltre agli Assessori e Consiglieri Provinciali, erano le associazioni ambientaliste.

Lo scopo dell’incontro era quello di discutere circa il progetto dell’Amministrazione Provinciale di Lecco relativo alla costruzione del “Polo Produttivo Ecologicamente Attrezzato di Bosisio Parini e Molteno” nell’area del Maìs.

Nella discussione svoltasi durante l’incontro, le sottoscritte associazioni ambientaliste hanno chiaramente e ripetutamente espresso il loro parere favorevole all’iniziativa dell’Amministrazione Provinciale di Lecco circa la creazione di una regia centralizzata atta a gestire e pianificare in modo più strutturato e integrato le risorse territoriali della Provincia di Lecco per scopi industriali, secondo quanto definito nel PTCP (Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale).

Nel contempo, le scriventi associazioni ambientaliste hanno anche espresso e ribadito tutte le perplessità e preoccupazioni che inducono le stesse a considerare l’area del Maìs NON IDONEA per il conseguimento dell’obiettivo che la Provincia si prefigge di ottenere attraverso la realizzazione del Polo. In particolare è stata sottolineata l'importanza ambientale di quest'area verde (una delle ultime rimaste nella zona) rispetto all’ecosistema, il pericolo di esondazioni del torrente Bevera, l'aumento del traffico nell’area con incremento del livello di inquinamento acustico e ambientale, ecc.

Uno dei punti chiave emerso dalla discussione è rappresentato dall’importanza che avrà il parere dei comuni di Bosisio Parini e Molteno sulla scelta finale dell’Amministrazione Provinciale di Lecco. A tal proposito, il Presidente Brivio ha più volte dichiarato pubblicamente, che la realizzazione del Polo Produttivo nell’area del Maìs sarà subordinata al parere favorevole dei comuni interessati.

Riteniamo scontato il parere favorevole del sindaco di Bosisio Parini riguardo il progetto, ed è facile comprenderne le motivazioni: l’area del Maìs, sebbene appartenga al comune di Bosisio Parini, è geograficamente posta all’interno del territorio del comune di Molteno, pertanto, mentre tutti i disagi causati dal nuovo polo produttivo (inquinamento, traffico, impatto ambientale, ecc.) si ripercuoteranno esclusivamente sui cittadini di Molteno, tutti i fattori positivi, quali proventi e introiti derivanti dalla realizzazione dell’opera (oneri di urbanizzazione, ICI, ecc.), saranno di esclusivo appannaggio del comune di Bosisio Parini. Come dire “a te gli oneri, a me gli onori”.

A questo punto, non si comprende la posizione “reticente” del sindaco di Molteno, Ferdinando De Capitani che, nonostante le ben note questioni sopra riportate, si ostina a non pronunciarsi chiaramente sulla questione.

In risposta ad una Interrogazione Consiliare, il 28 settembre 2005 il sindaco De Capitani rimandava la decisione finale da parte dell’Amministrazione Comunale alla eventuale concessione, da parte della Provincia di Lecco, di soluzioni di fattibilità, e “barattando” l’eventuale assenso con la realizzazione di alcuni interventi sul territorio comunale che poco hanno a che vedere con l'intervento sull’area del Maìs.

Il Comune di Molteno non ha presentato alcuna osservazione allo studio di fattibilità che la Provincia di Lecco ha commissionato ad una società di consulenza, cosa che invece hanno fatto alcuni sindaci di comuni limitrofi che, seppur non impattati direttamente dalla realizzazione del polo produttivo, hanno dichiarato apertamente il loro disaccordo e disappunto circa il progetto in questione.

Tale reticenza da parte dell’Amministrazione Comunale di Molteno ci sembra quanto meno sospetta, come se ci fosse già una sorta di accordo ormai stabilito fra i sindaci dei due comuni interessati con l’Amministrazione Provinciale. Se così fosse, la cosa sarebbe gravissima, significherebbe che l’Amministrazione Comunale di Molteno ha già dato l’assenso a costruire un impianto che porterà ad un peggioramento delle condizioni di vivibilità per i propri cittadini, in barba al mandato elettorale che ha ricevuto dagli stessi.

Per questi motivi, le scriventi associazioni chiedono al Comune di Molteno un pronunciamento chiaro sul progetto del Maìs.

  

WWF Italia Sezione Lario Orientale

Circolo Ambiente "Ilaria Alpi"

Comitato Bevere

Associazione Naturalistica Lombarda

Comitato per la salvaguardia dell’area del Maìs

  

Molteno, 22 giugno 2006