Una storia díordinaria ... Amministrazione

La situazione nella zona ìZoc del Pericî, località Fabbrica Durini, Comune di Alzate Brianza, non è florida, nÈ sta meglio, anche se è meno grave, la porzione di Lurago díErba.
A tuttíoggi, inizio di maggio, di ripristino non si vede líombra, nonostante frequenti movimenti di terra (guardate le foto recenti che abbiamo messo sul nostro sito e vi renderete conto della tipologia della ìterraî ) e le dichiarazioni del sindaco di Alzate che sono finite le proroghe concesse alla proprietà per la realizzazione del ripristino stesso.
Non solo. Alle associazioni ambientaliste non è stato mostrato uno straccio di progetto del recupero e riqualificazione previsti. Ne siamo noi allíoscuro (ci avevano garantito che saremme stati consultati) o questo progetto non cíè del tutto? Il tutto è ancora più inquitante se consideriamo líintero contesto.
Pensiamo alla costruenda Piattaforma ecologica, progettata senza un sistema di fognature adeguate(!), in una situazione di vincolo ambientale e assurdamente vicino alla captazione dellíacqua potabile(!) del Comune di Lurago.
Pensiamo poi con raccapriccio ad eventuali nuove edificazioni, che potrebbero essere rese possibili sia da un piano regolatore in continua deroga sia dalla sciagurata gestione dei terreni della Fondazione Durini da parte di un soggetto come Raimondi, ora estromesso dagli eredi Durini.